Archivio Storico-Tecnico

Ricostruzione digitale, l’S.7 3D

By Posted in - Archivio storico-tecnico & Disegni tecnici on January 19th, 2013 0 Comments

Fase 1, attività 4: Riportare in formato vettoriale i disegni acquisiti, al fine di ottenere un completo progetto 3D del velivolo

Super7-ordinata-10

 

Ordinata N. 10

Super7-ordinata-11

Ordinata N. 11

Questa ordinata è la numero 11, la successiva (verso la coda) a quella che delimita posteriormente l’abitacolo. E’ costituita da 3 parti principali in legno (lamelle di noce e spruce):
l’arco superiore avente sezione di 15 mm (trasversalmente) x 20 mm (longitudinalmente);
l’arco inferiore con sezione di 20 mm x 20 mm;
la traversa di rinforzo di 20 x 20 mm.
Questi tre elementi sono uniti mediante angolari (in pioppo) in corrispondenza dei 2 longheroni superiori, per i quali si possono notare gli abbondanti scavi; gli altri scavi più piccoli lungo il perimetro servono ad accogliere i correntini. Nella parte inferiore è presente un rinforzo con 6 fori per la bulloneria di fissaggio dei rinvii dei comandi. L’ordinata è completata dall’incollaggio di fazzoletti di compensato (betulla o faggio) di 1.5 mm sia sulla superficie anteriore che su quella posteriore, ma solo in corrispondenza del rinforzo forato, degli “ispessimenti” poco al di sopra (in corrispondenza dei longheroni inferiori) e dei 2 nodi di collegamento degli archi e della traversa.

Super7-ordinata-12

Ordinata N. 12

L’ordinata 12 è molto simile alla 11, dalla quale differisce solo per i seguenti dettagli:
– lo spessore (longitudinale) di tutta l’ordinata è di 15 mm;
– la traversa centrale di rinforzo è maggiorata alle estremità con l’aggiunta di listelli di sezione 15 mm x 20 mm, lunghi ciascuno 103 mm con gli ultimi 20 mm (verso l’asse fusoliera) smussati;
– è assente la base forata siccome questa ordinata non deve sostenere alcun carico;
– i 3 correntini più bassi sono ravvicinati, di essi solo il correntino centrale prosegue poi verso l’ordinata 13.

Super7-ordinata-13

Ordinata N. 13

L’ordinata n.13 è l’ultima delle 3 di coda (11, 12 e 13) che si somigliano maggiormente. E’ infatti anche questa costituita da un arco inferiore (in realtà composto a sua volta da 3 pezzi, uno al di sotto i longheroni inferiori e due al di sopra) e da una traversa di rinforzo entrambi di sezione 15 mm x 20 mm, oltre che da un arco superiore di sezione 15 x 15 mm.
E’ possibile notare la dissimmetria dei rinforzi intorno agli scassi per i longheroni inferiori; ciò serve a comprendere i fori per l’assemblaggio di una traversa in acciaio di piccolo spessore (non riportata nel disegno) che funge da rompitratta per i cavi di comando del ruotino sterzante.

Super7-ordinata-14

Ordinata N. 14

Anche se le proporzioni date dalla prospettiva dell’immagine potrebbero farla sembrare più spessa e massiccia delle altre, in realtà l’ordinata 14 è composta da pezzi del tutto simili a quelli delle precedenti, con l’arco inferiore di sezione 20 mm x 20 mm e quello superiore di 15 mm x 20 mm (spessore trasversale x spessore longitudinale). In questa ordinata è molto più visibile la doppia curvatura dell’arco superiore già accennata nella n. 13, ma quello che caratterizza maggiormente la 14 sono le numerose traverse di rinforzo, la più massiccia delle quali (quella orizzontale) di sezione 40 mm x 20 mm e munita di scavi di alleggerimento sia sulla superficie superiore che su quella inferiore; ciò conferisce alla sezione della trave una forma ad H, molto vantaggiosa dal punto di vista della resistenza flessionale intorno all’asse verticale.
Altra particolarità è costituita dall’evidente maggiore altezza dello scasso per il longherone inferiore; ciò serve ad accogliere una nervatura triangolare di rinforzo posta sul longherone stesso, in coincidenza di questa ordinata. Tale nervatura ha il compito di fornire un appoggio al puntone d’acciaio della struttura del ruotino di coda, assorbendone anche parte dei carichi.
Da tutto ciò si comprende che questa ordinata ha un’importante funzione strutturale, a differenza delle precedenti che avevano essenzialmente solo funzione di forma.

Super7-ordinata-15

Ordinata N. 15

L’ordinata 15 (qui vista dal retro) è la più complessa di tutta la fusoliera e può essere definita una piccola opera d’arte delle costruzioni lignee.
E’ composta dai seguenti componenti:
– un’anima di compensato di betulla di 2 mm di spessore;
– due contorni in spruce di sezione 15 mm x 14 mm (larghezza trasversale x spessore longitudinale), uno posto sulla faccia anteriore dell’anima di compensato e l’altro posto sulla faccia posteriore;
– due tralicci (posti all’interno dei “contorni”) composti da assi orizzontali, verticali e diagonali di rinforzo incollati a vicenda mediante numerosi angolari in pioppo di varie dimensioni;
– due lastre di compensato di betulla, spesse 1.5 mm, munite di ampi fori e incollate sulle tralicciature, che vanno a costituire le superfici anteriore e posteriore dell’ordinata.
A questo vengono poi aggiunti degli ispessimenti di rinforzo di compensato e degli scassi utili ad evitare l’interferenza con parti metalliche mobili.
Vi sono poi 12 fori passanti con diametri che variano dagli 8 mm ai 6 mm, utili al fissaggio dei componenti metallici, quali i supporti dei rinvii dei comandi per timone di profondità e di direzione, e la struttura di ancoraggio del ruotino di coda.

Super7-insieme-ordinate-11-15

Insieme ordinate 11-15

L’immagine mostra una piccola anteprima di una parte del tronco di coda (formato dalle ordinate che vanno dalla 11 alla 15) assemblato così come apparirebbe in fase di lavorazione, prima di incollare alle ordinate gli elementi longitudinali con gli opportuni, elaborati angolari; tali angolari posseggono quasi tutti un’anima di compensato, differendo così da quelli (più semplici) usati per costruire le ordinate.
Pur non possedendo alcune informazioni riguardanti la precisa posizione e curvatura di longheroni e correntini, è possibile ricavare il loro andamento usando le ordinate stesse come guida.